Servizi di costruzione

Pareti con telaio in legno e struttura a traverso

tmp90b-1La distanza tra le colonne principali può essere ridotta posizionando colonne intermedie tra loro. Queste colonne devono essere posizionate con una spaziatura assiale di 1,0 -1,2 m. Sono collegati con una fondazione sul cosiddetto. tenoni (profondità del nido ca. 7 cm).

• Puntoni – travi di irrigidimento della parete posizionate diagonalmente, per fornire stabilità all'edificio con forze orizzontali nella direzione della lunghezza della parete.
Negli edifici a un piano, le bretelle vengono utilizzate principalmente nei campi d'angolo, inclinandoli verso l'alto verso gli angoli. Negli edifici a più piani, i puntoni del primo piano hanno la direzione opposta, cioè. come, che l'estremità inferiore del sostegno del primo piano cada sull'estremità superiore del sostegno del piano terra. Il puntone è inserito nella trave a terra e nel cappuccio, e non in pilastri,

• Grillo – raggio orizzontale horizontal, che costituisce il limite superiore del muro e sostiene i travetti. È posizionato su pali e montanti. Si collega ai poli sul cosiddetto. sovrapposizioni o tenoni,

• Rygle – travi corte disposte orizzontalmente tra le colonne. Sono utilizzati per la delimitazione orizzontale delle aperture delle finestre (come panchine e soffocamenti) e porta (come architravi). Le traverse servono anche per dividere il muro in campi più piccoli (di 1 m) e irrigidendo l'intera struttura,

• Riempimento – Il riempimento della struttura del telaio e della traversa con mattoni ha una lunga tradizione storica (chiamato "a graticcio"). La soluzione con struttura a vista è oggi poco utilizzata per le difficoltà nel sigillare il collegamento tra mattoni e travi in ​​legno. Attualmente, il riempimento dello scheletro più comunemente usato è il materiale di isolamento termico, in modo che la struttura sia nascosta sotto il rivestimento della parete esterna.